Catalogo Dada MC12

46 47 M&C 12 Frontiers Media Losanna, 2017 di Cristiana Colli Frontiers Media ha rappresentato una rivoluzione nel mondo della conoscenza, dell’accesso e della trasmissione, soprattutto in ambito scientifico. Piattaforma Open Science pluripremiata, tra i più grandi editori open-world al mondo, nasce nel 2007 nella cólta e specialistica Losanna, e oggi è una realtà con oltre 400 collaboratori provenienti da 41 paesi – uffici a Madrid, Londra, Seattle, Bruxelles, Trivandrum e Pechino. La casa madre a Losanna è un luogo speciale per oltre 300 persone, un simbolo di quell’essere frontiera che si mantiene anche nella traduzione architettonica di Marie-Eve Laurent – Mel Architecture – approccio sostenibile, estetica pulita e semplice. La sede è centrale, accanto a uno dei parchi pubblici più grandi della città – scelta per facilitare il pendolarismo e per assorbire energia vitale – in un edificio anni ’80, distribuito su tre piani, completamente rivoluzionato e reso high-tech e open-access, coerente con la filosofia del gruppo. Così le tubazioni e i cablaggi a vista sono il sistema nervoso che sovrintende alle connessioni tra aree di incontro fatte di lunghe pareti vetrate, in uno spazio che è allo stesso tempo unico e composto da una sequenza ordinata di isole permeabili e trasparenti. Con una modalità che privilegia i rapporti con l’esterno – gli affacci sono punti di compensazione dello sguardo – e tra le parti, i percorsi, gli spazi comuni, le singole postazioni. Con soluzioni che uniscono pareti e porte in legno con lunghe maniglie, vetro, colore dei divani e delle sedute – giallo, arancione, rosso, blu, verde di varie intensità. L’organizzazione degli spazi comuni ruota attorno a un blocco centrale, che garantisce un flusso di energia ottimale nell’edificio, e insieme al posizionamento strategico dei pannelli acustici mantiene livelli di rumore centralizzati e controllati. Le postazioni di lavoro – attorno al blocco centrale e lungo le finestre – ottimizzano l’uso della luce naturale e offrono una vista spettacolare sul lago e le montagne. Grande attenzione a tutte le questioni della vivibilità dello spazio, della sostenibilità energetica e della qualità complessiva degli ambienti, con quella stessa attenzione che contraddistingue i programmi editoriali di Frontiers Open Science che coinvolgono migliaia di scienziati delle principali università del mondo su tematiche relative alla sostenibilità – energie rinnovabili, ricerca e sviluppo, conservazione marina, cambiamenti climatici. Appartengono a questa filosofia programmi ambiziosi come l’Open Science for Sustainability del 2016, per la pubblicazione e la ricerca su larga scala, che copre i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. A questa policy di cultura e responsabilità Marie-Eve Laurent ha saputo dare anima e rappresentazione, con un concept architettonico ispirato all’Essential Design, utilizzo prevalente di legno e vetro, materiali da costruzione e mobili di produzione europea. Per gli arredi interni, Citterio ha creato nuove scrivanie in legno, componenti e colori che favoriscono la creazione di un ambiente di lavoro armonioso. Spazi nello spazio, architetture nell’architettura Mel Architecture Foto StudioLux M&C numero 12-2018 collaboratori Johanna Agerman Ross Saadaki Anmi Pete Collard Cristiana Colli Peter Hefti Francesca Molteni Billy Muraben Debika Ray Annick Weber redazione Roberta Busnelli traduzioni Maxima Service progetto grafico ma:design Massimiliano Patrignani Monica Zaffini fotolito e stampa Adda Officine Grrafiche Chinchio Industrie Grafiche si ringrazia Archivio Alessi Archivio Limonta Archivio Rubelli Arflex Japan CSAC Gio Ponti Archives Francesco Meda MUSE Factory of Projects Vincent Van Duysen Yayoi Kusama Museum finito di stampare Aprile 2018 M&C è un periodico registrato presso il Tribunale di Monza il 7 marzo 2013 n°10 direttore responsabile Cristiana Colli

RkJQdWJsaXNoZXIy NzM3NTE=