Catalogo Molteni Home

HERITA — GE COL — LECTION La collezione Gio Ponti, rieditata con successo dal 2012, la mostra Molteni80!, la creazione dell’archivio storico e del Molteni Museum, all’interno del Molteni Compound, sono state l’occasione per riscoprire tesori dimenticati e ripartire dall’inizio, dall’origine della modernità. Così sono emerse tracce di un passato che si è rivelato contemporaneo. Intuizioni, direzioni da esplorare, sperimentazioni verso il design. Sapienza artigianale da interpretare con innovazioni tecnologiche. Una materia nobile da plasmare, il legno, per nuovi grandi classici. I primi prototipi di mobili moderni. Pezzi unici, disegnati per concorsi o per progetti speciali, da far rivivere in serie e in edizione numerata, firmati Gio Ponti, Werner Blaser, Yasuhiko Itoh, Afra e Tobia Scarpa. Grandi maestri, complici e compagni di viaggio di Molteni&C, per vocazione, in tutto il mondo. Architetti, come i sei premi Pritzker – Herzog&De Meuron, Aldo Rossi, Jean Nouvel, Álvaro Siza, Renzo Piano e Norman Foster – che hanno scelto il Gruppo Molteni per realizzare i loro progetti più arditi. Sempre avanguardia, sempre tradizione, che si tengono per mano, nel segno della qualità dell’abitare. UNA COLLEZIONE CHE GUARDA AL FUTURO, UN PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE, ALTRIMENTI PERDUTO, DA VALORIZZARE. IL DOVERE DI UNA SCELTA L’EREDITÀ DA CONDIVIDERE. E LA VOLONTÀ DI RITROVARE, NELLA STORIA DI MOLTENI&C, I SEGNI DI UNA MAGNIFICA OSSESSIONE, LA QUALITÀ. DAL 1934 A OGGI. A FORWARD-LOOKING COLLECTION, AN ARTISTIC AND CULTURAL HERITAGE, OTHERWISE LOST, STILL TO BE ENHANCED. A DUTY OF CHOICE, A LEGACY TO BE SHARED. AND A DESIRE TO REDISCOVER, IN THE HISTORY OF MOLTENI&C, TRACES OF A MAGNIFICENT OBSESSION, QUALITY. FROM 1934 TO THE PRESENT DAY. The Gio Ponti collection, successfully re-made since 2012, the Molteni80! exhibition, the creation of the historical archive and the Molteni Museum, with in the Molteni Compound, provided the opportunity to rediscover forgotten treasures and to start from the beginning again, from the origins of modernity. In this way traces emerged of a past that turned out to be contemporary. Intuitions, directions to be explored, experimentation towards design. Artisan know-how to be interpreted with technological innovations. A noble material to be fashioned, wood, for new great classics. The first prototypes of modern furniture. Unique pieces, designed for competitions or for special projects, to be reproduced on an industrial scale and in numbered editions, signed by Gio Ponti, Werner Blaser, Yasuhiko Itoh as well as Afra and Tobia Scarpa. Great masters, associates and travelling companions of Molteni&C, by vocation, all over the world. Architects, such as the six Pritzker prize winners – Herzog&De Meuron, Aldo Rossi, Jean Nouvel, Álvaro Siza, Renzo Piano and Norman Foster – who chose the Molteni Group to realize their most daring designs. Always avant-garde, always tradition, hand in hand, the hallmark of quality living.

RkJQdWJsaXNoZXIy NzM3NTE=